Google Translate Inglese English Francese Français Spagnolo Español Tedesco Deutsch Olandese Nederlands Turco Türk Arabo العربية Polacco polski Russo русскиŇ Greco ελληνικά

Guida pratica Elastix

Come configurare un Hardware PBX ELASTIX in 9 semplici passi


Introduzione

Questa guida ha lo scopo di aiutare l'utente nell'installazione, configurazione e amministrazione di un PBX hardware che esegue il celebre sistema operativo ELASTIX.

In 9 semplici punti, (dal 6.1 al 6.9) spiegheremo quali sono i passi da compiere per configurare un hardware PBX per la classica azienda Italiana.
Questa guida è stata realizzata per fornire le conoscenze al personale IT che deve realizzare e gestire un PBX Elastix in uno scenario come la PMI Italiana.
Partiremo dalle basi e dalla terminologia (1), vedremo un esempio di schema logico (2) daremo un occhiata ai vantaggi (3), faremo un piccolo approfondimento su porte FXS e FXO (4) per giungere poi ai protocolli (5).
Infine passeremo alla configurazione pratica di Elastix dal punto 6.1 al 6.9.

Per fare le prove abbiamo utilizzato un PBX AUTM5 che è risultato idoneo per gestire un'azienda con circa 50 interni e 10 chiamate simultanee.
Per chi volesse invece avere delle porte FXS/FXO per interfacciarsi per esempio con delle linee analogiche, consigliamo il PBX UTM5 che dà la possibilità di aggiungere delle schede di espansione.

La scelta del sistema operativo Elastix è dovuta alla sua stabilità, nonché alla diffusione a livello globale che Elastix ha raggiunto negli ultimi anni.
Come mostra il grafico ottenuto mediante Google Trends, Elastix è attualmente uno dei PBX Voip più utilizzati nel mondo.

Google Trends Elastix

Grafico diffusione a livello globale:

Diffusione globale Elastix

Di seguito l'indice diretto ai vari capitoli: